Le montagne dei brianzoli | pt. 2 – Il Resegone

Il Resegone prende il nome dalla sua forma caratteristica che ricorda una grossa sega a 9 punte; altro nome del monte è Serrada, poiché serra le valli circostanti essendo a metà tra le province di Lecco e Bergamo. Il Resegone è una montagna di recente formazione, composta per lo più da dolomia, che si presenta dal versante di Lecco aspro e molto scosceso, caratterizzato da alcuni canali che presentano serie difficoltà alpinistiche e che terminano tra le cime delle Creste nord, mentre è molto più dolce dal lato della Val Taleggio, in Provincia di Bergamo.

La vetta del Resegone e la caratteristica croce in ferro.

La Punta Cermenati (la più alta della montagna), nota fino al 1925 come punta della Croce, venne dedicata a Mario Cermenati dai membri della Società escursionisti lecchesi. Nel 1900 un gruppo di giovani cercò, con scarso successo, di issare per primo una croce in legno sulla sua vetta, la quale ebbe vita breve a causa delle intemperie. Dopo vari altri tentativi infruttuosi, nel 1925 si ebbe infine la costruzione e l’inaugurazione definitiva dell’attuale croce (in metallo), con lo spianamento e l’abbassamento di due metri della vetta.

Oltre alla punta Cermenati, anche le altre vette e i canaloni tra di esse sono ricche di numerose vie ferrate che rendono la Montagna un trofeo ambito per scalatori ed escursionisti, tuttavia, come ogni montagna, non va sottovalutata, infatti ogni anno è sede di incidenti a volte mortali.

La capanna alpini monzesi, luogo di arrivo della Monza-Resegone.

Annualmente, in concomitanza con la Sagra di San Giovanni, festa patronale della nostra città, si svolge la Monza-Resegone, una gara podistica notturna a passo libero ed a squadre, organizzata dalla Società Alpinisti Monzesi, che inizia in piazza arengario a Monza e termina alla Capanna Alpinisti Monzesi (1.220 m s.l.m.) sul Resegone. Il tragitto ha la lunghezza standard di una maratona (42 km) ed è caratterizzato, dopo l’arrivo alle pendici del monte, da un tratto in salita molto arduo.

Il Resegone, come anche la Grigna, è meta di numerosi turisti da tutta la Brianza grazie ai suoi paesaggi e la sua conformazione unica.


Giannantonio Visentin

[Banner_Box]

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: