Ho voglia di…

Ti è mai capitato di avere voglia di qualcosa in particolare da sgranocchiare? Si tratta di un semplice capriccio o il nostro corpo cerca di dirci qualcosa?

Ebbene da oggi possiamo sentirci meno in colpa: il nostro organismo ci vuole avvertire che c’è una mancanza alla quale sopperire, almeno in parte. L’uomo è programmato per l’autoconservazione, di conseguenza, tra le sue priorità, c’è il bilanciamento di minerali, vitamine e livelli energetici. Un team di nutrizionisti ha provato a seguire una logica e ha dato un nome ai segnali inviati dal corpo attraverso le voglie di cibo.

Ogni voglia è diversa e quindi anche il suo significato cambia di conseguenza.
Ecco alcune principali voglie, il loro significato e come soddisfarle in modo salutare.

Cioccolato e cibi acidi: hai bisogno di magnesio e lo puoi trovare nella frutta secca, nei semi e nei legumi.
Snack, cibi unti e bevande frizzanti: significa carenza di calcio soddisfabile con senape, formaggio, cavoli e sesamo.
Cibi abbrustoliti: puoi mangiare al loro posto frutta fresca aiutando il tuo corpo a reperire i carboidrati mancanti.
Caffè o tè: per soddisfare la carenza di fosforo, zolfo, cloruro di sodio e ferro bisogna mangiare carne, pesce, cerali, uovo o latticini.
Fame di tutto esagerata: manchi di silicio, triptofano e tirosina che puoi trovare in noci, semi, formaggi, patate e agrumi.

È da sottolineare che questi studi non sono veritieri al 100% dei casi, spesso infatti la golosità ne è responsabile. Le ricerche si sono basate sull’associazione che il nostro cervello effettua tra determinati sapori e le sostanze contenute nei cibi, quindi, in alcuni casi, ciò di cui abbiamo voglia non ha quello di cui abbiamo bisogno, ma ne ha solo il sapore.
È importante evidenziare che per soddisfare un forte voglia, non c’è bisogno di mangiare in grandi quantità, anche se si tratta di cibi salutari, perché si rischia che una carenza si trasformi in eccesso.


Alessia Petroni



Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: