La rubrica dei dolci: red velvet

La torta red velvet  è una torta molto in voga negli Stati Uniti. Normalmente viene preparata come base per una torta a strati, poi guarnita con crema di vaniglia o crema di formaggio.

In origine il colore rosso scuro della torta era dato dalla reazione chimica tra il cacao in polvere con gli ingredienti acidi, quali il latte acido, ora la colorazione viene data con l’aggiunta di un colorante alimentare.

Una red velvet decorata secondo la moda delle crazy cake

Nessuno sa esattamente quando e dove la Red Velvet Cake abbia avuto origine, c’è chi sostiene che fu realizzata negli anni Cinquanta come torta di compleanno per un soldato americano e che per questo motivo fosse diffusa nelle residenze militari d’America.

Un’altra teoria, invece, sostiene che negli anni ’20 un “Southern baker” volesse preparare una torta che rappresentasse in modo molto coinvolgente il contrasto tra il Bene e il Male, in modo da spingere chi l’avesse mangiata ad una sorta di meditazione. Scelse così una glassa candida e bianca da spalmare su un cuore rosso intenso come il diavolo, affinché fin dal primo taglio si creasse subito nell’animo, anche inconsapevolmente, un fortissimo impatto emotivo.

Nonostante le origini incerte, la Red Velvet ha il suo momento di maggiore diffusione negli Anni Sessanta, quando esplode la moda delle crazy cakes. Diventa il dolce di San Valentino e torta nuziale più in voga in quel periodo.


Alessia Petroni



Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: