Il numero magico | seconda parte

Leggi la prima parte: Il numero magico | prima parte

I principali argomenti trattati in questo articolo sono: la sequenza di Fibonacci e il pentacolo, accomunati ovviamente dal numero magico.

Nella sequenza ogni numero è la somma dei due che lo precedono, vediamo di seguito un esempio:

F1 = 1
F2 = 1
F3 = 1 + 1 = 2
F4 = 2 + 1 = 3
F5 = 3 + 2 = 5
F6 = 5 + 3 = 8
F7 = 8 + 5 = 13
F8 = 13 + 8 = 21
F9 = 21 + 13 = 34

Si può scrivere più sinteticamente con la formula: F(n) = F(n-2) + F(n-1).

Ma veniamo al punto: una proprietà notevolissima di questi numeri è che il rapporto tra un numero di Fibonacci e quello immediatamente precedente si avvicina sempre di più al numero 1,618033… Ed ecco che ritroviamo il numero regolatore del mondo!

Ciò è accomunato al pentacolo in questo modo: il rapporto tra una qualsiasi diagonale del pentagono ed il lato è proprio la proporzione divina o numero aureo. Ma approfondiamo meglio la simbologia intrinseca in questa figura.

Incominciamo dicendo che il pentagono è la semplice figura geometrica regolare a 5 lati, ma, collegando i vertici, si ottiene una stella all’interno; il tutto prende il nome di pentagramma, ma con il tempo il suo nome si è modificato in pentacolo per sottolineare la componente mistica.

Il significato più profondo e lontano unisce il Macrocosmo al Microcosmo. I cinque vertici rappresentano i 5 elementi costitutivi del Macromondo (aria, acqua, fuoco, terra e spirito) e le linee che li collegano simulano tutto il processo della creazione; il Microcosmo invece è rappresentato dall’uomo Vitruviano con braccia, gambe e testa che figurano le punte della stella (oltre ad essere legato da continui rapporti con il phi). Perciò questo simbolo rappresenta il collegamento tra il divino, la natura e l’uomo. Da qui si scaturisce l’idea di simbolo divino.

È stato anche simbolo di femminilità e fertilità, essendo legato al culto pagano della dea Venere, perché il suo pianeta compiva in età classica, in circa otto anni, un percorso simile ad un pentacolo. In età cristiana, come tutti gli altri simboli pagani, esso diventò proibito e si associò a qualcosa di pericoloso, come la religione pagana in sé.
Questo è il principale motivo per il quale ora questo simbolo è diventato negativo e che ha spinto i Satanisti ad utilizzarlo per i loro riti, oltre che per una serie di motivazioni non del tutto spiegate e coerenti.

È interessante scoprire come nel mondo e nella storia gli avvenimenti siano legati tra loro con semplici proporzioni, anche invisibili. E lo è altrettanto capire determinate simbologie contemporanee, che magari si usano o si conoscono in modo inappropriato.


Alessia Petroni



Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: