Il Bitcoin

Verso il futuro?

La moneta che ultimamente sta sulle bocche di tutti, si prepara a concludere questo 2017 avendo emozionato e sbalordito tutte le persone che hanno, per una ragione o per l’altra, creduto nel progetto.

Il 2017 è stato infatti l’anno del record del Bitcoin (BTC), il suo valore che giusto 1 anno fa si aggirava intorno agli 800 $ (USD) ha raggiunto in questi giorni i 15.000 $ subendo quindi un aumento, nel suo valore, del 1.800 % circa.

Ma cos’è precisamente questa moneta?

Il Bitcoin

Il Bitcoin è stato creato nel 2009 da uno sviluppatore anonimo che aveva l’obiettivo di creare un metodo di pagamento “Diretto” e “Decentralizzato”, cioè non dipendente da società ed istituzioni, come le banche, che fanno da intermediarie tra il venditore ed il cliente, la cui corruzione fece sprofondare il mondo nella crisi economica del 2008.

Non essendoci quindi involto un terzo ente che funge da garante all’interno delle transazioni (come le banche nella società capitalista odierna), il valore del Bitcoin è determinato dal modello della leva Domanda/Offerta, e ciò rende questa valuta soggetta a forti fluttuazioni nel suo valore rendendo questa fetta di mercato, quella delle criptovalute, una sezione ad alto rischio di investimento, capace quindi di portare enormi profitti al trader, professionale od occasionale che sia.

A questo punto però sorge un problema: se le banche, o qualsiasi altra istituzione intermedia, sono escluse dalle transazioni, come si fa a stabilire chi, nello specifico, possiede una certa quantità di Bitcoin?

In altre parole: come fanno i venditori a sapere che i clienti, interessati all’acquisto di un prodotto, siano davvero in grado di pagare quello che hanno promesso?

La Blockchain

La risposta alla domanda risiede nella tecnologia dietro a questa valuta elettronica.

Le proprietà del Bitcoin fanno in modo che lo scambio di questa moneta avvenga Peer-To-Peer attraverso la rete.

Un grande numero di calcolatori, definiti Miner (Minatori), che formano una catena, la Blockchain, si preoccupano di verificare una transazione facendola confermare progressivamente ad ogni nodo che forma la catena.

Alla fine di questo processo la transazione è completa, la lista dei portafogli, comune a tutti i nodi della Blockchain, è aggiornata ed i Miner, come ricompensa del lavoro svolto, vengono ricompensati con una parte di Bitcoin.

Per concludere

Il valore del Bitcoin, come già accennato, dipende dalla domanda e dall’offerta del mercato, quindi più istituzioni pubbliche e private accetteranno questo metodo di pagamento, quanto più il suo valore sarà riconosciuto e crescerà.

Cosa aspettarci quindi dal futuro?

Siamo pronti per un mondo che utilizzerà globalmente una singola moneta?

Solo il tempo lo dirà.


Fonti:

Wikipedia

Bitcoin


Emanuele Locati



Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: