Il pesce artista dell’amore

Il colore di questo piccolo pesce palla giapponese (fugu) è spento, tanto da essere quasi invisibile sul fondale marino. In compenso è probabilmente uno dei più grandi artisti presenti in natura. Per attirare le femmine della sua specie crea cose che sfidano la nostra credenza.
I suoi unici strumenti sono le sue pinne. Nella sua testa c’è un progetto di perfezione matematica. Scava nella sabbia, sgretolandola in finissimi granelli. Le conchiglie non sono spazzatura da rimuovere, ma le raccoglie per decorare i promontori della sua costruzione.

Non può permettersi di riposare per più di qualche momento, ma deve lavorare 24 ore al giorno per settimane o la corrente distruggerebbe la sua creazione.

In nessun altro luogo la natura ha reso animali in grado di costruire qualcosa di così perfetto e complesso. E se ciò non farà in modo che venga notato, nulla potrà farlo.

(Tratto e tradotto da un video documentario della BBC Earth)

Non solo bella, ma anche utile

Oltre che avere la funzione di attrarre la femmina della stessa specie, le creste di sabbia scavate da questo artista servono a proteggere le uova tenendole al riparo dalle correnti oceaniche.

La femmina esamina la struttura e, dopo aver deciso, deposita le uova al centro e se ne va. Il compito di accudire i nati spetta al maschio.

In seguito a studi riguardo al loro comportamento si è appurato che più la struttura contiene creste sabbiose, più il pesce avrà possibilità di conquistare la sua amata.

Le prime opere sono state trovate sul fondo dell’oceano al largo dell’isola di Amami Oshima nel Giappone meridionale da un fotografo subacqueo.


Fonti:

www.bioradar.net

www.bbc.com/earth


Alice Fuga



 

 

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: