Le nostre impronte

Un’impronta digitale è una traccia lasciata dai dermatoglifi dell’ultima falange delle dita delle mani.

Un dermatoglifo è invece il risultato dell’alternarsi di creste e solchi. Dermatoglifi sono presenti sulle palme delle mani, sulle piante dei piedi e sui polpastrelli delle dita.

Le impronte digitali fanno parte del fenotipo di un individuo, che si ritiene sia univocamente determinato dalla combinazione di uno specifico genotipo con uno specifico ambiente.

Le caratteristiche generali cominciano a emergere con la definizione della pelle sui polpastrelli, ma contemporaneamente la posizione del feto nell’utero e i flussi del liquido amniotico cambiano durante questo processo di formazione rendendolo unico. Combinando quindi le diverse composizioni genetiche del DNA nel mondo e i cambiamenti completamente casuali dell’ ambiente, sarà impossibile trovare impronte digitali uguali. Proprio per questo motivo anche i gemelli, omozigoti ed eterozigoti, non risulteranno mai completamente indistinguibili.

La condizione di assenza di impronte digitali in medicina prende il nome di adermatoglifia.
Questa disfunzione è estremamente rara, fino al 2011 si annoverano solo quattro famiglie affette da essa.
Uno studio condotto nello stesso anno ha riscontrato che la causa è una anomalia genetica legata alla mutazione del gene SMARCAD1, partendo da questa mutazione perciò manca la “base” su cui creare in gravidanza i dermatoglifi.


Alessia Petroni



Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: